Kattuni incontra i progettisti del domani

Martedì 3 Luglio 2018 dalle 10:00 alle 13:00 presso i locali dell’azienda Format, proprietaria del brand Kattuni, sono stati ospitati gli studenti della T-Box Masterclass per un seminario formativo sul cartone alveolare: materia prima per arredi multifunzionali, ecologici ed ecosostenibili.

Questo workshop è nato in seno al progetto di ricerca T-Box Masterclass organizzato da Archicart in collaborazione con l’Università di Catania, e di cui vi abbiamo già parlato qui. Le aziende partner del progetto, come la Format appunto, sono chiamate non solo a partecipare fornendo accessori e materie prime per il completamento del modulo abitativo, ma hanno la possibilità di confrontarsi direttamente con i partecipanti della masterclass attraverso incontri mirati.

La cultura è la dimensione in cui diventiamo società

kattuni-02Inizialmente Kattuni ha presentato ai ragazzi la propria storia e i propri valori, ponendo il focus sull’importanza di contribuire alla sensibilizzazione per  una cultura sociale responsabile dell’ambiente che ci circonda e di cui noi tutti dobbiamo aver cura.

Kattuni sin dalla sua nascita si è impegnata nello studio e progettazione di elementi in cui fossero ridotti in maniera drastica o del tutto eliminati l’uso di colle, inchiostri, fascette, ganci o punti metallici, prevedendo un facile disassemblaggio del prodotto. Inoltre Kattuni facilita e nobilita il riciclo del manufatto giunto a fine vita.

Successivamente, la nostra project manager l’Arch. Giada Dione, ha illustrato ai partecipanti le caratteristiche fisico-strutturali del cartone alveolare, con particolare attenzione a peculiarità quali la resistenza, la leggerezza e la planarità. Il cartone utilizzato oltre ad essere 100% riciclabile, ha una resistenza comprovata di 15 kg per cm quadrato (cartone alveolare con alveoli da 5mm); è ignifugo certificato classe 1 e mantiene leggerezza e planarità anche se assemblato con altri strati di cartone o tagliato in qualsiasi forma.

Dal progetto all’oggetto

Dopo un breve video illustrativo e un coffee break, i ragazzi sono stati invitati nella zona di produzione, punto cruciale dove le idee e i progetti prendono vita. Qui hanno assistito direttamente ad un esempio pratico di taglio del cartone alveolare attraverso un macchinario a controllo numerico. Grazie a questa tecnologia è possibile lavorare il cartone e dargli qualsiasi tipo di forma. Per l’occasione è stato scelto di tagliare alcuni pezzi che andranno a comporre l’arredo multifunzionale progettato per la T-Box.

Completato il taglio siamo passati all’assemblaggio dei pezzi. Gli studenti, forniti delle indicazioni e degli strumenti necessari, si sono messi a lavoro per montare gli elementi tagliati poco prima. Con qualche semplice calcolo e un po’ di colla vinilica i ragazzi, divisi in gruppi, hanno completato l’oggetto che gli era stato assegnato.

Al termine di questa esperienza, è stato chiesto al gruppo di studenti di progettare e realizzare un prototipo che andrà ad arricchire l’arredo per la T-Box. Kattuni e Archicart intendono far partecipare i ragazzi ad un progetto non solo finalizzato alla produzione di elementi abitativi in cartone, ma anche e soprattutto coinvolgerli nello sviluppo di un nuovo modo di abitare più ecologico ed ecosostenibile.

Openday KattuniComieco